BOLSENA

Bolsena stretta nell’abbraccio amorevole dei verdi Monti Volsinii, Bolsena bagnata dal lago vulcanico più grande d’Europa, Bolsena che a questo lago ha dato perfino il nome, Bolsena dai vertiginosi panorami, Bolsena dei turisti, Bolsena dei residenti, Bolsena del passato, Bolsena del futuro. Bolsena ha molte accezioni diverse, ha infinite sfumature: è questo il motivo per cui in tanti l’amano.
L’amano, ad esempio, i romani per la sua vicinanza alla Capitale. L’amano i turisti stranieri per la bellezza del centro storico risalente al III sec. a.C. e per le sue tradizioni, come la Sacra Rappresentazione dei Misteri di Santa Cristina a luglio. L’amano gli abitanti della Tuscia che ne apprezzano la vivacità culturale e l’attenzione al presente. È che Bolsena non chiude mai, nemmeno d’inverno, quando il turismo estivo cede il passo ai molti che qui cercano relax, storia, cultura, natura e cibo genuino.
È proprio questa sua identità complessa che più colpisce chi la sceglie magari solo come meta d’una visita e che poi, come noi, se ne innamora, sognando di tornarci sempre o, infine, di restarci.